Cookie Consent by Popupsmart Website
  • +39 06 68803978
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • Sante Messe Festive 10.00-18.30 | Feriali 7.30-18.30
itendees
Sabato, 06 Marzo 2021 09:02

A caro prezzo

Vota questo articolo
(1 Vota)

Il Tempio fu riedificato per manifestare la schiacciante arroganza del potere di Erode. Il divino a servizio del potere umano. Quest’alleanza, in fondo, tra il sacro e il politico ha da sempre accarezzato il cuore umano. Quanto è lontana la pur nobile planimetria del Tempio di Gerusalemme da quelle Dieci Parole che furono custodite nel cuore dell’arca e nel cuore del Tempio, fino a essere scritte nel segreto del cuore umano, il vero Santo dei Santi. Dio abita lì. Lo avevano compreso i Profeti quando davanti all’idolatrica difesa delle istituzioni sacre: “Tempio del Signore Tempio del Signore è questo”, chiedevano un cuore docile alla Parola che si fa spazio tra le pieghe della fragile tenda di carne. La liturgia ci ha condotto attraverso quella ferita profonda della terra che è il deserto di Giuda, per scoprire ciò che c’è nell’uomo. La salita sul monte ha rivelato la vera luce che non po’ essere nascosta sotto il moggio, ma posta sul lucerniere. Oggi lo Spirito conduce Gesù e noi alle soglie del Tempio di Gerusalemme, illuminato dalla vicinanza della Pasqua, per comprendere veramente dove abita Dio, il Padre di Gesù; dove è possibile custodire le sue Parole di Verità e di libertà. Ai Giudei e a noi che cerchiamo segni per garantire la Fede, Gesù offre l’unico segno della sua persona: il vero  Tempio distrutto e ricostruito in tre giorni. Segno che potrà essere decifrato solo con la sua Pasqua di morte e risurrezione. Ancora una volta Gesù agisce in uno spazio di confine. Si tratta dell’atrio del Tempio, dove la necessità del culto deve garantire la purezza di quanto, è offerto a Dio: animali per il sacrificio, denaro per l’obolo. Con quel gesto dal sapore profetico e spinto dallo zelo per suo Padre, Gesù rivela il significato autentico del rapporto con Dio. Non sono le cose che io offro a stabilire l’alleanza, ma è ciò che viene da lui a costituirmi in un rapporto intimo e liberante. Occorreva spezzare questa catena del sacro emporio che compra con il prezzo stabilito dall’uomo l’intervento di Dio. Gesù stabilisce una nuova alleanza: non è l’uomo a offrire qualcosa a Dio, ma è lui ad offrirsi liberamente e per amore fino a consumare la sua vita. Sta qui la debolezza di Dio che è più forte degli uomini. E’ lo scandaloso potere del crocifisso che ci ha acquistati a caro prezzo. Nei prossimi giorni, mentre si avvicina la nostra Pasqua, saremo convocati anche noi sul monte per ricevere tutte queste parole di verità e di libertà.

Davide Carbonaro

Letto 823 volte
Altro in questa categoria: « Luce increata Venire alla Luce »

Condividi sui social

Contatti

icona smp ombra

Parrocchia di Santa Maria
in Portico in Campitelli

Piazza Campitelli, 9
00186 Roma Italia
Tel. e fax Parrocchia: 06.68 80 39 78
Tel. e fax Comunità: 06.68 74 28 5
santamariainportico@vicariatusurbis.org 

Orari Sante Messe

Sante Messe Festive 10.00-18.30

Feriali 7.30-18.30

Video

Nuvola di TAG

Links

Visita i nostri links amici.

Storia dell'Imagine,

e Chiesa di Santa Maria in Portico di Campitelli.

San Giovanni Leonardi

Narrazione dell'immagine di Santa Maria in Portico

© 2024 Parrocchia di Santa Maria in Portico in Campitelli. All Rights Reserved. Powered by VICIS | Privacy Policy